giovedì 8 settembre 2011



[Nota musicale di carattere autoreferenziale: sta per uscire il nuovo disco dei Jayhawks, una di quelle grandi band degli anni '90 che ai tempi, per qualche motivo, si filavano solo in pochi malgrado la loro musica non fosse particolarmente di nicchia (si vedano - o si ascoltino - per esempio, gruppi come Grant Lee Buffalo, Counting Crows, Luna, Mercury Rev, ecc.) La cosa interessante, per quelli come me che se li filavano anche ai tempi, è che si tratta del primo disco post-ritorno di Mark Olson, co-leader insieme a Gary Louris della formazione storica che ha sfornato i primi dischi, fra i quali il capolavoro "Tomorrow the Green Grass". E lo spirito con il quale hanno preparato il nuovo lavoro, stando alle loro dichiarazioni, è stato esplicitamente quello di dare una sorta di "seguito" proprio a quel disco. Quindi io di ciò sono contento, e comprerò il disco con gioia alla faccia dell'IVA al 21%. Sia messo a verbale.

Qui http://www.youtube.com/watch?v=Wg8sJGREOAA una versione recente live con Mark Olson nei ranghi di "Nothing Left to Borrow", dall'album capolavoro di cui sopra.]

4 commenti:

Colei che... ha detto...

Ahah! Forte... soprattutto l'idea del veleno nel Viagra, chissa' ceh non ci abbiano gia' pensato... :P

Ciao!

Miau ha detto...

E' evidente che in questo paese il viagra va fortissimo.
Ciao! :)

Pietro Rulli ha detto...

Caspita i mercury rev.La mia preferita era Lincon's Eyes...Ora sento la necessita' di riascoltare quell'album intitolato?... cerchero' su swikipedia...

Miau ha detto...

L'album è "All Is Dream", bellissimo, e quella che dici tu è una delle perle. :)